IL VIDEO dedicato a BARBERA D’ASTI

(Barbera d’Asti d.o.c.g. - Un sorso di storia)

Nel 2011 è nata l’idea di produrre un video dedicato al mondo della Barbera d’Asti d.o.c.g., realizzato sulla base di un soggetto scritto dallo stesso regista Simone Gandolfo e dopo una selezione di attori non professionisti e comparse avvenuta durante la vendemmia appena trascorsa. Di taglio istituzionale, con scopi prettamente informativi sulla storia e sull’evoluzione produttiva e qualitativa della Barbera d’Asti, mette in luce le diverse e nuove occasioni di consumo facendo un percorso che diviene racconto: dall’osteria di una volta, dove si ritrovavano i nostri nonni a giocare a carte e bevevano la Barbera più rustica, al vino servito in bottiglia durante un pranzo tra amici, fino al più mondano momento dell’aperitivo dei giorni nostri. 

La storia parte dalla vendemmia e dalle cure con la quali viene coltivata per un anno intero la vigna, fino all’eccezionale uva che ne deriva, giungendo alle diverse tipologie prodotte con differenti tecniche enologiche: scene di lavorazione, sia in cantina che in vigneto, descrivono tutta la passione che i vignaioli e gli enologi mettono nell’intero processo produttivo. Suggestive immagini del territorio sono state ricavate mediante riprese sia da terra che con elicottero utilizzando un’ottica innovativa, che regala allo spettatore emozionanti scorci del meraviglioso ed unico paesaggio in cui nasce la Barbera d’Asti  d.o.c.g.

Il video è stato prodotto in tre diversi formati e su diversi supporti: la versione completa dura 12 minuti, da questa è stata estratta una sintesi di circa 3 minuti ed una versione spot di 90 secondi. 

Scarica il booklet

Sostenitori

Il Progetto è finanziato da Unione EuropeaRegione Piemonte.

Sponsors

Il progetto è stato sponsorizzato dalla Cassa di Risparmio di Asti.

Versione 90''

Versione 3'

Il regista:
Simone Gandolfo

Simone Gandolfo è un giovane attore-regista italiano, nato ad Imperia, si forma alla scuola del Teatro Stabile di Genova e debutta a teatro nel 1998.