BARBERA D’ASTI E VINI DEL MONFERRATO TRA ‘I MIGLIORI VINI D’ITALIA’

Degustazioni e incontri all’Hotel Principi di Piemonte dal 4 al 6 maggio 2018 all’evento annuale ‘I Migliori vini d’Italia’ di Luca Maroni

Barbera d’Asti e vini del Monferrato scelti ancora una volta per rappresentare il Piemonte del vino all’evento annuale ‘ I Migliori Vini Italiani’ di Luca Maroni, una delle più autorevoli firme dell’enologia italiana, in programma il 4, 5 e 6 maggio all’Hotel Principi di Piemonte di Torino (Via Piero Gobetti 15e).

Torna uno degli appuntamenti di maggior prestigio per i nobili vini del Monferrato, che lasciano i territori di produzione, patrimonio Unesco, per presentarsi al pubblico di esperti e appassionati del capoluogo subalpino. Il Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato, che ha organizzato la partecipazione all’evento, allestirà uno speciale banco d’assaggio di Barbera d’Asti docg e delle altre doc e docg tutelate.

L’evento sarà inaugurato da una speciale serata durante la quale saranno premiati i migliori vini delle regioni Piemonte, Liguria e Valle D’Aosta e presenti nell’Annuario dei Migliori Vini Italiani, una delle guide più autorevole del settore, giunta alla sua 24/esima edizione. Al termine della premiazione, tre giorni di degustazione libera dei vini dedicata a tutti gli appassionati ed esperti, per assaporare e conoscere da vicino i prodotti dell’eccellenza italiana.

Saranno oltre 30 gli espositori, per oltre 150 etichette da gustare, per scoprirne le straordinarie caratteristiche e i segreti del loro successo. Tre giorni di degustazioni non-stop aperte al pubblico e scandite da assaggi. Il via venerdì 4 maggio alle ore 20 (sabato dalle ore 18 alle ore 24; domenica dalle ore 17 alle ore 21). Non solo assaggi, ma laboratori di degustazione, mentre i produttori racconteranno al pubblico la loro storia, presentando i loro vini.

 “I vini nobili del Monferrato – spiega il presidente del Consorzio Filippo Mobricisono tra i protagonisti dell’evento torinese. Uno degli appuntamenti annuali in cui la Barbera d’Asti e le nostre denominazioni tutelate  vengono promosse per le loro espressioni e potenzialità, sempre più apprezzate”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.