Ricerca

ricercaOsservando le attività di ricerca promosse dal Consorzio Barbera d’Asti e vini del Monferrato in collaborazione con il DISAFA (Dipartimento Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari) dell’Università di Torino, si comprende l’attenzione posta alla crescita qualitativa della Barbera e degli altri vitigni coltivati nel Monferrato.

Il progetto Inteflavi nasce con lo scopo di dare una risposta concreta all’impatto avuto dalla flavescenza dorata sul territorio. La novità introdotta da questo studio è che rispetto agli altri realizzati, e concentratisi sulla contrapposizione al fitoplasma o al vettore, esso mira ad individuare forme di convivenza del vitigno con la flavescenza dorata.

Altra importante ricerca, recentemente conclusasi con ottimi risultati, è quella nominata WildWine, volta a selezionare i migliori lieviti autoctoni sulle uve Barbera, per realizzare un vino caratterizzato territorialmente. Al termine di un percorso durato 4 anni, conclusosi con la selezione dei campioni più interessanti da un punto di vista organolettico, si avvierà la fase di commercializzazione sul territorio dei relativi lieviti indigeni. E’ in fase di avviamento, inoltre, un importante progetto per la caratterizzazione enologica dei vini prodotti nei territori del Barbera d’Asti docg.