L’alta cucina sposa la Barbera d’Asti DOCG

Il Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato, partner dell’Accademia Bocuse d’Or Italia, ha rappresentato l’eccellenza vinicola del Monferrato durante la Selezione di domenica 1 ottobre.

 La Barbera d’Asti DOCG ha accompagnato la Selezione Italiana del Bocuse d’Or, l’evento che, domenica 1 ottobre in Piazza Risorgimento ad Alba, ha visto competere a partire dalle ore 8.00 quattro grandi talenti della cucina italiana: Paolo Griffa, chef de partie del Restaurant Serge Vieirà, due stelle Michelin; Giuseppe Raciti, chef del Ristorante Zash-Country Boutique Hotel; Martino Ruggieri, chef de cuisine del tre stelle Michelin Pavillon Ledoyen; e Roberta Zulian, sous-chef dell’Alpen Suite. Una gara aperta al pubblico di oltre 5 ore che ha visto trionfare il giovane Martino Ruggieri: colui che guiderà il Team Italia alla selezione Europea di Torino 2018.

“La Selezione Italiana del Bocuse d’Or è un’importante iniziativa per la valorizzazione del talento e dell’eccellenza gastronomica del nostro paese che il Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato, partner dell’Accademia Bocuse d’Or Italia, si è impegnato a supportare.”
– è il commento di Filippo Mobrici, Presidente del Consorzio – In tale occasione la Barbera d’Asti ha incontrato l’eccellenza italiana in cucina per esprimere al meglio il suo carattere e l’orchestra di profumi e sapori che la contraddistinguono”.

Come simbolo del comune impegno che lega le due istituzioni, le bottiglie istituzionali di Barbera d’Asti DOCG oltre a essere state servite durante i momenti più importanti della Selezione accompagneranno anche il percorso dei giovani chef verso le finali della più importante competizione delle Arti Gastronomiche a livello mondiale.

Un connubio di intenti e di eccellenze che ha accostato ai piatti dell’alta cucina uno dei vini più rappresentativi e versatili nell’abbinamento col cibo del territorio: la Barbera d’Asti DOCG, eccellenza del Piemonte.

Proprio alla sinergia tra cibo e vino, durante la Selezione del Bocuse d’Or, è stato dedicato il talk show “Le tendenze del bere a tavola” presentato da Nicola Prudente, in arte Tinto conduttore radiofonico della trasmissione Decanter di Radio 2 in cui sono stati chiamati a parlare i principali Consorzi di Tutela vini del Piemonte. Tra questi non è mancato l’intervento del Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato tenuto dal Presidente Flippo Mobrici che ha enfatizzato il momento di rinascita della produzione vinicola del territorio del Monferrato e il suo slancio verso produzioni di alta qualità testimoniata anche dalla nascita di nuove importanti Docg come il Ruchè di Castagnole Monferrato e il Nizza. Uno slancio comune a tutta la regione, terra di grande tradizione e vocazione enogastronomica la cui valorizzazione potrà essere ancora più efficace grazie ad una comunicazione congiunta tra le diverse zone vitivinicole volta a comunicare e promuovere sotto la voce Piemonte tutte le sue eccellenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *