IL MONFERRATO DEL VINO UNITO PER LA PRIMA VOLTA PER LA PROMOZIONE DELLE DENOMINAZIONI DEI PAESAGGI VITIVINICOLI PATRIMONIO UNESCO

OGGI LA FIRMA DELLA PRIMA ASSOCIAZIONE TEMPORANEA DI IMPRESE DI PRODUTTORI

 

E’ stata costituita oggi la prima Associazione temporanea di imprese (Ati) del Monferrato del vino. Per la prima volta tutti rappresentanti dei produttori vitivinicoli del Monferrato si sono uniti per uno scopo condiviso. Si tratta del primo passo concreto per promuovere e valorizzare, in maniera unitaria e corale, tutte le denominazioni tutelate dal Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato e dalle Associazioni di produttori collegate. Insieme parteciperanno al Programma di sviluppo rurale (Psr 2014-2010) per presentare progetti di promozione dei prodotti di qualità in Italia e in Europa.

Questa mattina la firma della costituzione dell’Ati, composta da Associazione Produttori del Ruchè di Castagnole Monferrato, Consorzio di tutela Barbera d’Asti e Vini del Monferrato (che rappresenta anche la doc Terre Alfieri, Nebbiolo e Arneis), Associazione Produttori Del Nizza Docg, Associazione di Promozione Sociale “Albugnano 549’’, Associazione Produttori Albarossa (Albarossa Club) e Associazione Produttori Grignolino d’Asti Doc e Piemonte Doc Grignolino.

 “Una sinergia storica – afferma Filippo Mobrici, presidente del Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato e anche presidente di ‘Piemonte Land Of Perfection’ Consorzio che raggruppa e tutela le diverse denominazioni piemontesi – che sancisce una collaborazione stabile e unitaria, senza campanilismi, per il futuro di tutti i produttori di vino del Monferrato. Insieme riusciremo ad accedere a bandi per finanziare iniziative comuni di promozione”.

Nella foto allegata, i presidenti delle Associazioni di produttori: da sinistra Andrea Pirollo, presidente Albugnano 549; Dante Garrone, presidente Produttori Grignolino d’Asti; Gianni Bertolino, presidente Nizza docg; Luca Ferraris presidente Ruchè; Valeria Gaidano, consigliere Albugnano 549; Filippo Mobrici, presidente del Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato e anche presidente di ‘Piemonte Land Of Perfection’ Consorzio che raggruppa e tutela le diverse denominazioni piemontesi e Alberto Chiarlo, presidente Abarossa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *