Grignolino d’Asti doc

Note Generali

Il Grignolino emerge nella storia degli antichi vitigni piemontesi, e trova la sua culla d’adozione nel territorio tra Asti e Casale Monferrato. Il nome deriva quasi sicuramente da “grignole” termine dialettale astigiano ad indicare i vinaccioli particolarmente numerosi. È un vitigno molto esigente in fatto di clima e terreni, difficile da coltivare e vinificare , ma regala un vino originale, imprevedibile ed estroso che accoglie appassionati consensi.

Scheda Tecnica

Zona di produzione:
35 comuni in provincia di Asti;

Uve:
Grignolino dal 90 al 100 % (Freisa sino ad un massimo del 10%);

Titolo alcolometrico volumico minimo naturale delle uve:
minimo 10,5;

Rese produttive: 
massimo 80 quintali corrispondenti a 52 ettolitri ad ettaro;

Affinamento minimo richiesto ed immissione al consumo: 
Titolo alcolometrico volumico minimo complessivo: 11% vol;
Acidità totale minima: 5 ‰;
Estratto secco netto minimo: 19 ‰

Caratteristiche dei vini al consumo
Titolo alcolometrico volumico minimo complessivo: 
Albugnano e Albugnano Superiore : 11,5% vol.
Albugnano Rosato: 11% vol.
Acidità totale minima: 5 ‰ (per tutte e tre le tipologie);
Estratto secco netto minimo: 
Albugnano e Albugnano Superiore : 19‰;
Albugnano Rosato: 17‰.

Di di colore rosso rubino più o meno tenue, al naso regala un profumo delicato con note fruttate e di sottobosco spesso accompagnate da caratteristici sentori di pepe bianco. Al palato si presenta austero e raffinato, asciutto per la tipica presenza di tannini con retrogusto gradevolmente amarognolo.

Adatto ad antipasti, torte di verdura, anatra e carni bianche, fritture. Da provare l’abbinamento con i piatti a base di pesce.

Gastronomia

Il vitigno Grignolino

La sua origine e la sua attuale principale localizzazione è tra i colli Astigiani ed Alessandrini (Monferrato Casalese), ma è presente anche sporadicamente in alcune zone della provincia di Cuneo e nell’Oltrepò Pavese.

La foglia adulta si presenta di media grandezza, pentagonale e dotata di tre, o più sovente, di cinque lobi. Il lembo è leggermente a coppa con margini un po’ revoluti, di colore verde chiaro, superficie abbondantemente bollosa, caratterizzata da nervature principali di colore rosso. Il grappolo a maturità è compatto o molto compatto, di media grandezza, piramidale, allungato spesso con ali molto sviluppate; il  peduncolo è corto e robusto con sfumature rossastre. L’acino, di colore non uniforme va dal nero al rosso-violetto, è di medio-piccola grammatura ed è caratterizzato dalla presenza di numerosi vinaccioli.

Germogliamento: media epoca (seconda decade di aprile).
Maturazione dell’uva: media epoca o medio-tardiva (fine settembre-prima decade di ottobre).

È un vitigno dotato di media vigoria e che fornisce produzioni in quantità medio-elevate. La controspalliera con potatura mista di tipo Guyot, con un solo capo a frutto di 10-12 gemme, è il sistema di allevamento più diffuso. Il Grignolino è abbastanza tollerante nei confronti della peronospora ma è suscettibile all’oidio, alla Botrytis cinerea e al marciume acido del grappolo.
Le uve, riccamente dotate in polifenoli, danno vini asciutti e di spiccata tannicità, dal profumo intenso, floreale-spaziato, di colore rosso rubino scarico, adatti ad un moderato invecchiamento.

Curiosità

Il Grignolino un tempo veniva denominato anche Barbesino.

Andamento produzioni

Grignolino – Produzioni
VendemmiaSuperfici rivendicate (ettari)Produzione vino (ettolitri)
Fonte dati: CCIAA di Asti , Valoritalia e Regione Piemonte
Elaborazione dati: Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato
201328913.034
201428411.794
201527812.264
201628012.581
201728210.873
Grignolino d’Asti – Imbottigliato
ANNO SOLAREEttolitriN° bottiglie (rapportate alla capacità 0,75 litri)
Fonte dati: Valoritalia
Elaborazione dati Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato
20138.9131.188.400
20149.6141.281.867
20158.9231.189.733
20167.6501.020.000
20178.1711.089.540

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.